Leonardo – RaiCom e Farnesina portano ‘Opera Omnia’ di Leonardo all’estero

 

L’anno di Leonardo, nel cinquecentesimo anniversario della morte del genio del Rinascimento, sara’ l’occasione per una nuova tappa della collaborazione tra la Farnesina e RaiCom nella promozione  dei capolavori pittorici italiani all’estero.

Dopo il successo delle mostre “Opera Omnia” di Caravaggio e Raffaello si inaugura quindi una nuova tappa della manifestazione culturale itinerante che sta portando il racconto delle opere dell’artista toscano in Europa, Asia e Africa.

 

L’esposizione di 17 opere di Leonardo, curata dal professor Antonio Paolucci, viene presentata in Cina da CAFA Art Museum ed Istituto Italiano di Cultura dell’Ambasciata d’Italiac on il titolo “L’Arte di Leonardo – Opera Omnia”;  include tra le altre  l’Annunciazione, la Gioconda, il Cenacolo, la Vergine delle rocce, la Dama con l’ermellino. Dopo  le prime due sedi diplomatiche, Tblisi e Addis Abeba è stata inaugurata  il  16  aprile 2019  a Pechino, dove resterà fino al 23 maggio per spostarsi quindi a Canton e altre città dell’Asia.

 

Il progetto “Opera Omnia” presenta i capolavori dell’arte italiana in riproduzioni a grandezza naturale, ad altissima definizione e l’utilizzo di sofisticate tecnologie capaci di suscitare negli spettatori emozioni e forti suggestioni.

 

“Opera Omnia” si conferma dunque come uno strumento particolarmente interessante, anche a fini didattici e formativi, per consentire di fruire le testimonianze del percorso creativo di un artista dagli inizi della carriera alle ultime opere in un unico spazio.

 

 

 

LINK:

 

Gallery delle opere di Leonardo esposte nella mostra

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Rai Com – Beni culturali

 

 

(AGI) Roma, 16 aprile 2019

Torino Screenings 2019

1     2 

3     4 

   6 

   8 

9    10 

 

  1. David Bogi, responsabile distribuzione internazionale e sviluppo business Rai Co
  2.  Antonella Di Lazzaro,  vice direttore Rai Digital
  3. Mario Turetta, direttore generale MIBAC
  4. Paolo Damilano, presidente Film Commission Torino Piemonte
  5. Gloria Radulescu, attrice
  6. Ivan Carlei, vice direttore Rai Fiction
  7.  Gianfelice Imparato, attore
  8.  Roberto Farnesi, attore
  9.  Cinzia TH Torrini, regista
  10. Antonella Di Lazzaro,  vice direttore Rai Digital

 

 

Screenings Torino, 05 aprile 2019

RAICOM: ATTORI PROTAGONISTI AGLI SCREENINGS DI TORINO

In programma venerdì alle 9:45 anche un convegno sul futuro di cinema e serie tv

 

La Fiction firmata Rai in passerella a Torino con alcuni dei suoi volti più noti: l’appuntamento è per venerdì 5 aprile alle 17.00 a Palazzo Carignano che ospita gli Screenings 2019, la “vetrina” allestita da Rai Com – in collaborazione con Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte e Film Investments Piemonte – per proporre al mercato internazionale il meglio della produzione Rai. Tra i protagonisti di venerdì pomeriggio, il cast della nuova fiction “Pezzi Unici”, prossimamente in onda su Rai1: da Sergio Castellitto a Irene Ferri e la regista Cinzia Th Torrini, ma anche i giovani Lucrezia Massari, Moisè Curia, Leonardo Pazzagli, Ana Manuelli e Carolina Sala. Arrivano invece da “Il paradiso delle signore” Roberto Farnesi e Gloria Radulescu, mentre Gianfelice Imparato e Massimo Poggio rappresentano altre due fiction di successo: “I bastardi di Pizzo Falcone” il primo, “La strada di casa 2” il secondo.

L’incontro con gli attori è preceduto, alle 9.45 al Circolo dei Lettori di via Bogino 9, dal convegno “Cinema e Serie Tv: novità legislative e nuovi scenari per sala, televisione e cinema. Moderato da Robert Bernocchi il convegno si apre con gli interventi di Mario Turetta, Direttore Generale  Cinema del MIBAC; Paolo Damilano, Presidente Film Commission Torino Piemonte; David Bogi, Responsabile Distribuzione Internazionale e Sviluppo Business di RaiCom.

Di televisione e dialogo con le nuove piattaforme, con l’analisi del caso di “Pezzi Unici”, parlano invece Ivan Carlei, vicedirettore di Rai Fiction; Antonella Di Lazzaro, vicedirettore di Rai Digital; Fabrizio   Donvito di Indiana Production; e la regista Cinzia Th Torrini.

Obiettivo sulle sale cinematografiche e le nuove sfide che attendono il cinema, infine, con   Bruno Zambardino, responsabile Affari  UE e Portale Italy ForMovies del MIBAC; Francesca Cima, presidente ANICA, Sezione Produttori cinematografici; Antonio Medici, vicepresidente ANICA, Sezione Distributori Cinematografici; Mario     Lorini, presidente ANEC, Associazione Nazionale Esercenti Cinema; e Massimo Proietti, responsabile marketing, Universal Pictures.  

Torino, 04 marzo 2019

Conferenza stampa SCREENINGS 2019

Screenings in Turin: Sarà Torino ad ospitare l’edizione 2019 degli Screenings, l’evento promosso da Rai Com che riunisce annualmente buyers internazionali e top client per presentare in anteprima le novità Rai sul mercato.

 

Un nuovo importante appuntamento dell’industria dell’audiovisivo arriva in Città, dal 3 al 5 aprile presso il Museo del Risorgimento, per ospitare tutti gli operatori del mercato televisivo, nazionale e internazionale, i rappresentanti delle istituzioni del cinema insieme a molti volti noti e celebrities del piccolo e del grande schermo.

Dopo Firenze, Venezia e Matera è stata la Città di Torino ad essere individuata da Rai come location ideale per organizzare l’edizione 2019 di uno degli appuntamenti di punta del mercato televisivo, capace di combinare e coniugare incontri di business con le TV estere, workshop e convegni in presenza di attori, produttori, registi con svariati eventi di gala.

 

“Siamo felici di aver contribuito a portare sul nostro territorio un evento di rilievo nazionale come gli Screenings – commenta Antonella Parigi, Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte – e che questa sia un’altra occasione per poter collaborare nuovamente con Rai. L’impegno della Regione Piemonte, a fianco Film Commission Torino Piemonte e FIP Film Investimenti Piemonte, per la realizzazione della manifestazione è volto a coinvolgere e valorizzare gli attori locali, e a rafforzare il ruolo della città e della regione quali centri di riferimento per un settore capace di rappresentare un significativo motore di sviluppo economico”

 

“Abbiamo accolto con entusiasmo la possibilità di ospitare una rassegna che dimostra ancora una volta il forte legame di collaborazione e sinergie attivate con Rai negli ultimi anni”. Così Paolo Damilano, Presidente di Film Commission Torino Piemonte, commenta l’operazione che vede la Fondazione di Via Cagliari nel ruolo di coordinatore di un prestigioso evento industry. “E’ un risultato importante per il territorio – aggiunge Paolo Damilano – tanto per la visibilità e la copertura mediatica che Screenings può garantire, sia per l’opportunità di offrire al comparto locale nuove e importanti occasioni di business e networking”

 

“Anche in questa occasione, proprio in linea con quanto proficuamente attivato per Cartoons on The Bay  – conclude Paolo Tenna, Amministratore Delegato di FIP Film Investimenti Piemonte – l’operato di FCTP e FIP si metterà a disposizione dei professionisti locali che avranno la possibilità di presentarsi all’area Marketing di Rai Com, incontrare i Buyers internazionali in un networking cocktail e prendere parte ad un convegno alla presenza, tra gli altri, di Mibac, Anica, broadcaster digitali e piattaforme”

 

“Siamo contenti di essere a Torino per questa edizione di Screenings – dichiara David Bogi Responsabile distribuzione internazionale e Sviluppo Business Rai Comprecisando che “i segnali che stiamo raccogliendo sono incoraggianti: avremo infatti un 40% in più di adesioni rispetto agli anni passati. Ospiteremo i principali buyers internazionali provenienti da tutti i continenti: dal Giappone agli USA, dall’Argentina alle Filippine, dalla Cina al Canada, includendo chiaramente tutta l’Europa.  Il catalogo che andremo a presentare è ricco e ben articolato nei generi e nei formati e spazia dalle serie tv ai tv movie, dai feature films ai documentari, dai prodotti kids&teen ai format ed alle arti performative. Per quanto riguarda le novità televisive annunceremo inoltre alcune serie che faranno parte del palinsesto autunnale della Rai.”

 

Le attività promosse da Film Commission Torino Piemonte nell’ambito di Screenings in Turin sono realizzate grazie al sostegno di Compagnia di San Paolo e in collaborazione con il Museo Nazionale del Risorgimento, Palazzo Madama e il Museo Nazionale del Cinema.

 

RASSEGNA STAMPA

 

Torino, 19 marzo 2019

ESPOSIZIONE A CITTA’ DEL MESSICO: GIOTTO, PIERO DELLA FRANCESCA E SANDRO BOTTICELLI

Nell’ambito del progetto “Opera omnia” Rai Com ha organizzato, in collaborazione con il Ministero della Cultura Messicano, la mostra  Giotto di Bondone, Piero della Francesca e Sandro Botticelli, dal 21 marzo 2019  al 16 giugno 2019 presso il Centro Nacional de las Artes (CENART) di Città del Messico

Riproduzioni ad alta risoluzione e a grandezza naturale di 60 dipinti di tre grandi artisti del Rinascimento italiano: Giotto di Bondone (1267-1337), Piero della Francesca (1412-1492) e Sandro Botticelli (1446-1510).

~~~~~~

Opera Omnia: Giotto di Bondone, Piero della Francesca e Sandro Botticelli.

Oggi, realizzare una mostra sui grandi protagonisti dell’arte, utilizzando gli originali, è impresa praticamente impossibile.

Non tutti i luoghi dove sono conservate le opere sono di facile accesso e il trasporto delle stesse in altri posti è spesso negato, sia per gli altissimi costi di assicurazione che per motivi di sicurezza.

Con il progetto Opera Omnia le mostre possono essere facilmente trasportate e allestite in forme diverse in tutto il mondo, attraverso riproduzioni conformi alle opere originali.

Nell’ambito di tale progetto Rai Com ha organizzato, in collaborazione con il Ministero della Cultura Messicano, la mostra “Opera Omnia: Giotto di Bondone, Piero della Francesca e Sandro Botticelli”.

Lo scopo è non soltanto quello di dare la percezione esatta, precisa, delle singole opere d’arte, ma anche di raggrupparle secondo un ordinamento cronologico e stilistico, così da far capire contemporaneamente in uno stesso spazio quella che è stata la storia umana e stilistica di ogni singolo protagonista.

Con una straordinaria raffinatezza tecnologica, che permette una riproduzione prossima al vero, l’illusione di essere di fronte agli originali, nell’Italia del ‘400, fra Botticelli, Giotto e Piero della Francesca, è assolutamente totale e coinvolgente.

“Si comincia con Giotto, padre fondatore della grande arte italiana del Rinascimento. È quello che scopre e mette in opera nelle sue pitture la profondità. Ed è anche l’artista che mette in vista, nelle sue pitture, i sentimenti delle persone: l’amore, l’odio, la passione, lo sgomento, la paura.

Riesce a descrivere la varietà del mondo visibile: è il mondo naturale, è il mondo degli uomini che entra nella sua pittura attraverso i suoi capolavori più noti, attraverso quel meraviglioso ciclo di affreschi che sta a Padova nella cappella detta dell’Arena. Sono le storie di Gesù, di Maria, il destino dell’uomo, il paradiso, l’inferno, la gloria di Cristo in cielo.

Dopo di che si passa a Piero della Francesca. È forse l’artista più rappresentativo della civiltà italiana del Rinascimento e ha lasciato opere che sono lo specchio dell’Italia dei suoi giorni: siamo nella seconda metà del ‘400, lui raccoglie la voce, i sentimenti e le forme e le immagini del suo tempo.

Infine Botticelli: il pittore della Primavera, il pittore della Nascita di Venere, quello che veramente è stato l’emblema del Rinascimento Fiorentino.

E attraverso una serie di immagini, scelte fra le più belle, fra le più significative, fra le più rappresentative del suo percorso stilistico, si avrà di fronte l’immagine di quello che è stato il Rinascimento Fiorentino, questo miracolo di cultura e di arte che si sviluppa a Firenze negli ultimi anni del ‘400”

L’esposizione, curata dal prof. Antonio Paolucci, è stata inaugurata il 21 marzo 2019 presso il Centro Nacional de las Artes (CENART) di Città del Messico e avrà termine il 16 giugno 2019.

 

 

File PDF elenco delle opere esposte

 

Rai Com  –  Beni culturali

 

Incontri con i ragazzi de “La Compagnia del cigno”: ROMA – VELLETRI – NAPOLI

In sette libri le loro storie con tutto quello che non si vede in tv.    Il sogno di trasformare una passione in un lavoro, la disciplina necessaria per raggiungere il successo e diventare famosi, le difficoltà di un ‘adolescenza vissuta lontano da casa, alla scoperta dei sentimenti più profondi e alla ricerca di una propria dimensione artistica ed umana. Sono alcune delle tante suggestioni ,nelle quali si dipana la storia dei sette giovani musicisti de “La Compagnia del cigno, la serie evento di Rai1, scritta da Ivan Cotroneo. Una fiction alla quale è legata un’originale operazione editoriale di “Rai Libri”, la nuova casa editrice della Rai: sette volumi ad integrare la narrazione televisiva, che i protagonisti , sette giovani tra i 15 e i 17 anni, diversi per carattere ed estrazione sociale, illustreranno sabato 2 febbraio , alle ore 15, in un incontro con il pubblico, a Roma, alla Mondadori Bookstore, in via Tuscolana 771. A dialogare con i ragazzi sarà la giornalista del Tg1 Emma D’Aquino. Ci saranno tutti: Matteo, Barbara, Domenico, Sara, Robbo, Sofia e Rosario per svelare ai loro fan tutto quello che non si vede in Tv, prima del loro arrivo al conservatorio Verdi di Milano.

“Si incrociano così con un linguaggio contemporaneo i piani narrativi del romanzo e del racconto televisivo”- commenta il direttore editoriale di Rai Libri Flavio Mucciante. “Non è la consueta trasposizione di un’opera letteraria in Tv ma un inedito esperimento di crossmedialità” – assicura Mucciante. “Se vogliamo davvero raggiungere i giovani – dice- dobbiamo cogliere le opportunità di contenuti emozionali, ben strutturati dal punto di vista narrativo, attorno ai quali i ragazzi possano ritrovarsi e pensare al libro come ad un moderno device, perfettamente integrato con le modalità ,oggi in uso, per la fruizione delle notizie e del sapere”. Molto positivi i primi dati di vendita sia in libreria che negli store digitali. Ogni volume, dedicato a ciascuno dei sette protagonisti della fiction, ha un prezzo di otto euro , pensato per un target di giovanissimi, una grafica accattivante ed è corredato da una sovraccoperta con l’immagine di ciascuno dei sette giovani musicisti, che diventa anche un poster . Ai libri dedicati ai ragazzi , se ne aggiunge un ottavo, un romanzo finale , “La storia di un’amicizia favolosa”, in libreria dal 5 febbraio, che tirerà le fila dell’intero racconto con la voce di Rossella, la Direttrice del Conservatorio.

 

CALENDARIO EVENTI

 

Sabato 2 febbraio, ore 15.00 – ROMA – Mondadori Bookstore – Via Tuscolana 771  (La giornalista Emma D’Aquino dialoga con i ragazzi del cast Matteo, Barbara, Domenico, Sara, Robbo, Sofia e Rosario)

 

Sabato 16 febbraio, ore 16.30  – VELLETRI (RM) – Mondadori Bookstore – Via Pia 9 (Ezio Tamilia conversa con Matteo e Domenico)

 

Domenica 17 febbraio, ore 16.30 – NAPOLI – Mondadori Bookstore – Piazza Vanvitelli 10 A (Ivan Cotroneo, autore e regista, e Titta Fiore conversano con Matteo e Domenico)

Rai Com a Berlino

 

Rai Com sbarca a Berlino per partecipare all’Efm – European Film Market che si tiene dal 7 al 15 febbraio. Presenterà ai buyers internazionali il documentario co-prodotto da Rai Cinema Baikonur, Terra, opera prima di Andrea Sorini, Una storia senza nome  di Roberto Andò,  Dafne, di Federico Bondi, film selezionato nella sezione Panorama alla Berlinale di cui è il distributore internazionale, nonché i film attesi per il 2019 attualmente in produzione e post-produzione.

 

04/02/2019